4.11.12

3° TRAIL DELLE TERRE DI MEZZO

Chilometri percorsi: 14,55 km
Tempo impiegato: 1h16'47"
posizione all'arrivo : 89

SCHEDA GARMIN a breve
FOTO ARTURO BARBIERI a breve
CLASSIFICHE
SITO UFFICIALE

Come sempre un breve passo indietro prima di parlare del trail delle terre di mezzo, (e del mio primo mini trail), sabato pomeriggio e un bell'allenamento in pista (dopo due settimane), e quindi con quei doloretti che porgono sempre la stessa domanda: "ma stare a letto no?"
Si, sto volando!!!
Arrivo alle ore 8.00 precise e ci si mette subito in coda, poche persone per il mini trail, una coda più lunga per il trail vero... Cinque minuti più tardi e la coda aumenta a dismisura, si salutano gli amici, le aquile e il Giuseppe, si girovaga un po' per il paddock (fa più figo dire così) e poi ci si rituffa sotto la pioggerellina autunnale per effettuare il cambio e si assiste alla partenza del trail lungo.
Partenza Trail 35k
Una volta partiti, riscaldamento con la Lory (anche lei al suo primo trail) e poco dopo ci mettiamo in coda per passare sopra i tappeti per il cronometraggio... Invece di partire sulla strada come il lungo, ci accingiamo in una stradina secondaria, dove ci avvisano della presenza di una stretta curva dopo un centinaio di metri.
Partenza e riesco a non rimanere troppo intruppato, anzi, appena la folla si dirada un po', riesco a fare velocità saltando dentro le pozzanghere (uè... è un trail), fino circa il chilometro due e mezzo e la prima asperità di giornata... Qui mi passa il Gatto e io gli dico: "forse aver fatto pista ieri non è stata una bella idea" (ha riso pure il Giordano), il Gatto se ne va e se ne vanno anche gli altri, quindi decido di rallentare il passo e procedere a velocità di crociera, circa fino al settimo chilometro e mezzo....







Arrivati al ristoro, mi fermo e mangio un pezzo di wafer e un bicchiere di te (anche perché sono a digiuno); poco dopo in una curva a tornante vedo il Raffo e lo incito e per paura che mi superasse, inizio a tirare come un forsennato... Cioè, no, inizia la parte più in discesa ed anche l'essere più riscaldato aiuta... Quindi procedo con un lento recupero, di una metà dei podisti che mi hanno passato nella prima parte di gara.
Arrivo con un tempo di 1h16'47" in 89ima posizione: ci mettiamo in coda per lavarci scarpe e polpacci e poi subito alla macchina per prendere la borsa, doccia, ritorno in macchina e di nuovo alla zona d'arrivo assieme al Giò e all'Elisa per assistere all'arrivo del Maurone (4° assoluto) e del Rambo (6° assoluto)...
Con soli 5 euro, ci mangiamo di tutto e di più (polenta, gorgonzola, salamella, dolcetto, acqua e birra a volontà) e grazie ad mio sesto senso, riesco a uscire dal paddock mentre il Fiurash arriva al traguardo del lungo... grandissimo!!!

La giornata si conclude con le premiazioni e i numerosi premi a sorteggio (io mi accontento del ricco pacco gara comprensivo dei manicotti scaldabraccia) e come conclusione di cronaca devo dire che mi sono divertito un mondo a fare sta gara, con il suo percorso sconnesso... Forse un po' meno le mie caviglie e i muscoletti che ora stanno urlando di dolore: qunidi mi sa che per quest'anno è meglio archiviare, al massimo i cross, ma per un futuro, non si sa mai....

6 commenti:

  1. Omar bellissimo articolo che fa rivire le emozioni di questa fantastica giornata. Grazie per averla condivisa insieme! Grande anche per il tuo piazzamento!

    RispondiElimina
  2. Ciao Omar, peccato non averti incrociato a Daverio per un saluto tra blogger (io ho fatto il lungo). Magari ci vediamo a qualche cross del winter challenge. Alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao... io dovrei esserci al primo di Cardana e all'ultimo di Casorate...

      Elimina
  3. Pista, trail, cross. Hai un pò di disordine in testa!!!!!!!!!
    L'importante è correre, il resto è solo un dettaglio.
    Ciaoooooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che i trail gli archivio!!!! Troppi dolori!!!!!

      Elimina